Tutto l'amore espresso in caffè
Tel: 0812394700- fax: 081 2397837

Macinare a mano i chicchi. Quando ne senti l’aroma e il profumo è tutta un’altra cosa

Si libera nell’aria un profumo esagerato che riempie la casa intera. Questo accade se a renderlo polvere, il caffè. ci pensate da soli.

Macinare a mano i chicchi abbiamo titolato per introdurvi l’argomento di quest’altro fotoracconto, storicetta che ci ha inviato il nostro amico da Procida, Gian Luca Costagliola. Ci racconta, in questo episodio tra lui e la moglie, quanto è diverso il caffè se lo macini anche da solo, comprandoti un macinino manuale.

Per chi, come Gian Luca è un amante del chicco, è un po’ come completare un rapporto che altrimenti si vivrebbe con diversa intensità. Pubblichiamo tel quel quanto ricevuto.

” Sapori e colori dall’isola di Arturo.

“Fotoracconti & Storicette”, alchimie della nostra tradizione e non solo.

Quando ne senti l’aroma e il profumo è tutta un’altra cosa.

– Monik, hai fatto lo shampoo?

– Sei appena entrato come hai fatto a capirlo?

– Sento il profumo dei tuoi capelli. Io non so spiegartelo ma è una sensazione di buono che riconoscerei tra mille.

– E tu che hai combinato in cucina? Sento un profumo di caffè fantastico.

– Non te l’ho detto? È arrivato il macinino manuale per i grani di caffè.

– E allora che aspetti, proviamolo!

In men che non si dica la casa si riempie di profumo.

WhatsApp Image 2022-02-05 at 18.13.56 (1)Quell’aroma di caffè macinato fresco si sommò al profumo dei capelli di Monik e fu magia.

Che era un pomeriggio di pioggia, quell’aroma lo rese solo un ricordo lontano, e quel rito della macinatura regalò attimi di tranquilla serenità e passione.

Il colore scuro dei chicchi di caffè, elegante come un capo di lingerie di classe, si trasforma in un castano biondo scuro dopo la macinatura. Quel castano che lui conosce bene e che si differenzia solo per l’aroma. Forte e deciso quello del caffè. Dolce e delicato quello del’acconciatura di Monik.

È difficile fotografare queste sensazioni, ma come sempre ci ho provato con le solite tre foto.

Ah dimenticavo di seguito vi scrivo un piccolo tutorial su come e perché macinare il caffè. Manco a dirlo, per me il chicco è solo quello di Italmoka, il caffè ancora tostato a legna. E’ tutta un’altra cosa.

La fotografia e la cucina sono arti che richiedono amore e dedizione, raccontano storie, luoghi e sensazioni. Con un tocco di glamour cerchiamo di dare vita a “fotoracconti e storicette” ricche di posti, colori e sapori. Ma soprattutto di momenti particolari per rallegrare ed unire le famiglie, gli amici e perché no, anche gli amanti.

Ecco come e perché macinare il caffè da soli.

Macinare il caffè a casa era un’abitudine diffusa fino agli inizi degli ’70 del secolo scorso. Si comprava, in torrefazione o nelle drogherie, in grani e si macinava solo nel momento in cui ce n’era bisogno. Nel tempo abbiamo abbandonato questa tradizione a favore di caffè già macinati e conservati sicuramente in maniera efficiente ma senza passione. Io credo che quello della macinatura sia un rito da riscoprire e che può diventare un momento di piacere assoluto.

255821906_1292207881250832_844227312794355499_nOltre al piacere della tradizione, c’è anche un motivo principalmente tecnico, dopo 15 minuti che è stato macinato, il caffè ha già perso circa il 65-70% degli aromi. I chicchi sani consentono invece di mantenere intatte le proprietà aromatiche, una delle componenti più affascinanti della bevanda. Specie se parliamo di chicchi di alta qualità e ricchi di una complessità gustativa e olfattiva peculiare come quelli di Italmoka.

La macinatura a mano è la soluzione migliore.

la grandezza del macinato deve essere, più o meno, corrispondente a quella del sale fino. Toccando la polvere con le dita, bisogna sentire anche una parte granulosa. Non deve essere troppo sottile perché, altrimenti, riuscirebbe a passare attraverso i forellini del filtro della moka, e così facendo finirebbe nella bevanda.

Questo è tutto, buon caffè a tutti.
Copyright photo and text – gian luca© ”

Potete seguire i racconti del nostro amico Gian Luca anche sui social a questi due link:

https://www.facebook.com/Foodandglamour

https://www.instagram.com/_foodandglamour_/ .

Se vi ha fatto piacere leggere quest’articolo su Decaffeinato per chi non può fare a meno del caffè più volte al giorno per cambiare argomento, potreste leggere la ricetta della torta al caffè e gocce di cioccolato bianco. Fate click su questo link e saprete come prepararla http://www.italmoka.com/2021/09/21/ecco-la-ricetta-della-torta-al-caffe-e-gocce-di-cioccolato-bianco.html.

E infine, se per il vostro caffè a casa, in cialde o nella tradizionale confezione in polvere, volete provare un caffè napoletano tostato ancora a legna, così come lo facciamo noi dal 1928, e i cui chicchi provengono dai migliori paesi produttori al mondo, allora provate una delle nostre miscele.

Le potete trovare tutte in vendita sul nostro sito nella sezione “acquisti on line”.

Questo è il link http://www.italmoka.com/prodotti-italmoka . Oppure ci chiamate in azienda allo 081.239.47.00.

Se volete avere altre info sul caffè e sulla nostra produzione artigianale seguiteci sulla nostra pagina su Facebook al link: www.facebook.com/italmokacaffenapoli28 .

BLOG

CONTATTI

Sede: Via Tiberio, 75A 80124
Tel: 081 2394700
Tel: 081 5931664
Fax: 0815931764
Email: info@italmoka.com
WEB: www.italmoka.com

DOVE SIAMO