Tutto l'amore espresso in caffè
Tel: 0812394700- fax: 081 2397837

Il caffè migliore e peggiore al mondo

Come tutti i prodotti, anche il chicco marrone hai i suoi estremi. Cercheremo di darvi delle indicazioni sul come distinguerli.

Il caffè migliore e peggiore al mondo hanno una differenza di base, oltre al gusto e alla qualità, che subito vi da la certezza di trovarvi di fronte a due prodotti diversi. Il prezzo. Lui è il primo elemento di differenza. Un chicco eccellente, buono od anche solo normale, non può costare poco. Tante è lavorazione che c’è a monte ed è tutta manuale, ed è questa, se salta alcuni passaggi, che influisce sulle caratteristiche della bevanda più bevuta al mondo.

A fare la differenza tra un caffè e l’altro ovviamente tanto vale anche il gusto personale, ma l’oggettività delle doti base di un buon coffee sono innegabili e uguali per tutti.

Per stabilire qual è il caffè più buono del mondo poi esiste una giuria, quella della Cup of Exellence, che assegna l’Oscar del chicco in base ai criteri di base  come retrogusto, acidità, dolcezza, aroma e sapore.

E tra i nominati all’Oscar potrete trovare il caffè che viene dal Laos, il Laos Bolaven Plateau, che cresce nell’Altopiano omonimo dove c’era un vulcano che però collasso su se stesso.  E quasi certamente sarà proprio grazie alla natura vulcanica del territorio che crescono dei baccelli colorati dal gusto rotondo a accenni di erbe aromatiche e cereali.

Il caffè migliore e peggiore al mondo

Il caffè migliore e peggiore al mondo

Tra gli altri caffè migliori del mondo vale la pena nominare l’Hacienda La Esmeralda, made in Panama  oltre i 1800 metri. Il suo sapore ricorda anche della frutta speciale come le pesche e le albicocche.

Dopo questi due ve ne citiamo altri due.

Potete leggere di loro, del Kopi Luwak e del Black Ivory Coffee, in altro nostro articolo che parla dei due caffè più cari al mondo. Lo trovate se fate click su questo link: http://www.italmoka.com/2019/07/09/quali-sono-i-caffe-piu-cari-al-mondo.html .

E ora volete sapere quali sono i caffè peggiori del mondo. Naturalmente non vi faremo nomi ma vi indicheremo brevemente perché lo sono. Perché come scritto in testa. La loro lavorazione fa la differenza. Non potrà mai essere un buon prodotto quando si fa poca attenzione all’igiene. Accade che sin dala fase del raccolto, poi di quella della fermentazione, e continuando dello stoccaggio e del trasporto, nei baccelli e nei chicchi nascano micotossine. Sono tossine naturali prodotte dalle muffe, ma che però contaminano il caffè.

Oltre a tutto questo c’è un altro modo di poter offrire caffè a basso prezzo. Quello di mescolarlo ad altri elementi. Come ad esempio con l’orzo. Insomma, come si direbbe a Napoli un caffè “pezzottato”.

La morale di tutto questo è , per dirla con un detto popolare, ‘O sparagno nun è maje guadagno. Non potrà mai essere buono un caffè che avrete pagato troppo poco. Questa  è la differenza tra il caffè migliore  e peggiore al mondo.

Se volete seguire la nostra pagina social la potete trovare su Facebook se fate click su questo link: https://www.facebook.com/italmokacaffenapoli28/ .

BLOG

CONTATTI

Sede: Via Tiberio, 75A 80124
Tel: 081 2394700
Tel: 081 5931664
Fax: 0815931764
Email: info@italmoka.com
WEB: www.italmoka.com

DOVE SIAMO